NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » comunicati

 






Provincia di Salerno: Demolito il rudere in via Sarno-Striano

Demolito il rudere in via Sarno-Striano grazie alla sinergia tra Comune di Sarno e Provincia di Salerno
È stato finalmente abbattuto il rudere di via Sarno-Striano che impediva l'ampliamento dell'importante arteria provinciale.
Erano anni che si progettava di ampliare e di mettere in sicurezza la strada in prossimità del ponte sul fiume Sarno che rappresenta una grave situazione di pericolo per la pubblica incolumità e per la sicurezza stradale.
Dal 1996 la Provincia di Salerno ha iniziato i lavori di ampliamento, allargando il ponte sul fiume e la carreggiata in corrispondenza dei fondi agricoli privati. Nel 2012 la città metropolitana di Napoli ha invece ampliato il tratto dell'arteria nel Comune di Striano realizzando anche marciapiedi e il nuovo impianto di pubblica illuminazione.
Restava dunque da abbattere questo rudere per poter ampliare la strada. Finalmente, dopo varie vicissitudini, questa mattina è stato demolito il vecchio manufatto grazie all'opera dell'Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Giuseppe Canfora, all'interessamento del consigliere comunale Sergio Di Leva, al lavoro dell'ufficio tecnico del Comune nonché della Provincia di Salerno.
Erano presenti alle operazioni di demolizione il sindaco di Sarno nonché presidente della Provincia, Giuseppe Canfora, il sindaco di Striano, Aristide Rendina, assessori e consiglieri comunali dei due Comuni confinanti.
Dopo l'abbattimento, l'area sarà transennata e consegnata alla Provincia di Salerno, la quale effettuerà gli ultimi lavori di adeguamento della carreggiata, rendendo percorribile in entrambi i sensi di marcia l'importante arteria di collegamento tra i Comuni di Sarno e Striano.
(Provincia di Salerno)




Inserito da Golfonetwork giovedì 22 giugno 2017 alle 19:51 commenti(0) -

Viabilità: dal 26 giugno lavori lungo il Raccordo Autostradale 2 Sa-Av

Campania, Anas: da lunedì 26 giugno lavori di manutenzione su alcune opere di scavalco lungo il Raccordo Autostradale 2 "Salerno-Avellino", nell'ambito di un più ampio programma di tutela dell'infrastruttura autostradale campana. Lungo il Raccordo, infatti, negli ultimi mesi, sono già stati eseguiti interventi di nuova pavimentazione e nuova segnaletica.

Anas comunica che da lunedì 26 giugno 2017 partiranno i lavori di manutenzione su alcune opere di scavalco lungo il Raccordo Autostradale 2 "Salerno-Avellino", nell'ambito di un più ampio programma di tutela dell'infrastruttura autostradale campana, volto a garantire gli standard di sicurezza e percorribilità. Negli ultimi mesi, infatti, sono stati eseguiti interventi di nuova pavimentazione e nuova segnaletica – anche nell'ambito dell'Accordo Quadro #bastabuche – lungo tratti maggiormente danneggiati dell'arteria viaria, che ne hanno migliorato la transitabilità. Gli interventi comporteranno alcune limitazioni alla circolazione veicolare: da lunedì 26 e fino a giovedì 29 giugno 2017 saranno in vigore il restringimento della carreggiata Nord, tra il km 10,500 ed il km 14,500 ed il restringimento della carreggiata Sud tra il km 15,000 ed il km 11,600 allo scopo di collocare l'opportuna cantierizzazione. A partire, poi, dalle ore 6.00 di giovedì 29 giugno e fino al prossimo 11 agosto sarà chiuso il tratto della carreggiata sud compreso tra il km 11,600 ed il km 14,550, con istituzione del doppio senso di circolazione sulla carreggiata Nord. Contestualmente – in carreggiata Sud – si rende necessaria l'interdizione al traffico delle rampe di uscita e di ingresso dello svincolo di Montoro Sud, con uscita consigliata allo svincolo di Montoro Nord ed entrata allo svincolo di Fisciano. All'approssimarsi delle aree di cantiere vige il limite di velocità di 40 km/h ed il divieto di sorpasso per tutte le categorie di veicoli.

(Chiara Biggi)


Inserito da Golfonetwork giovedì 22 giugno 2017 alle 18:58 commenti(0) -

Salerno: «Buonissimi 2017» per aiutare la ricerca
Solidarietà e gusto in una serata unica: ambasciatori d'eccezione i conduttori Flavio Insinna e Pippo Pelo
Il tema: Il Mediterraneo
26 giugno, ore 20
Stazione Marittina di SALERNO

“Chi nel cammino della vita ha acceso anche soltanto una fiaccola nell’ora buia di qualcuno non è vissuto invano”. Con questa affermazione Madre Teresa di Calcutta semplifica perfettamente l'importanza di guardare al di là di se stessi e della propria vita.
Aiutare la ricerca nell'oncologia pediatrica è l'obiettivo che muove l'Associazione Open Onlus, presieduta dalla biologa Anna Maria Alfani, nata nel 2003.
Costituitasi per volere di genitori, medici e ricercatori impegnati nella lotta contro i tumori solidi pediatrici, in questo solco sta seminando una serie di attività e di eventi per raccogliere fondi.
E' così che nasce “Buonissimi 2017”, serata di beneficenza in programma il prossimo 26 giugno, a partire dalle ore 20, presso la Stazione Marittina di Salerno, che vedrà come ospiti speciali il conduttore radiofonico Pippo Pelo ed il conduttore televisivo Flavio Insinna.
Una serata en plein air e non solo, a pochi passi dal mare, con oltre 120 chef, pizzaioli, pasticceri ed aziende di eccellenza, che si sono uniti in nome della solidarietà e dell'altruismo, grazie ad un gruppo di volontari affiatato e capace, coordinato da Paola Pignataro e Silvana Tortorella.
In particolare, con la raccolta fondi che sarà realizzata con Buonissimi 2017, si darà il via ad un lavoro della durata di tre anni, sulla biopsia liquida per la cura dei bambini con neuroblastoma.
Una iniziativa da sostenere e valorizzare semplicemente prendendo parte alla serata, che si arricchirà – oltre che col gusto - anche con tanta buona musica.
Tutti di grande pregio i rappresentanti del mondo del food, campano e non solo, che hanno scelto di fare la propria parte proponendo una serie di specialità e dando vita ad un percorso culinario unico, variegato e ricercato.
Una serata che rappresenterà non solo una buona azione, ma anche un viaggio culinario impareggiabile, restando all'interno degli spazi della Stazione Marittina.
Il ricavato dell’evento andrà a sostenere il progetto di ricerca legato allo sviluppo della biopsia liquida per la cura dei bambini con Neuroblastoma. Attraverso un prelievo di sangue si potranno identificare le mutazioni che il tumore causa nel DNA: questo tipo di informazioni sono utili per individuare eventuali residui di malattia minima e diagnosticare precocemente possibili recidive.
Il neuroblastoma è il tumore pediatrico più diffuso ed è anche quello con il più alto tasso di mortalità. Nel corso degli anni la ricerca ha permesso di sviluppare terapie mirate con lo scopo di trattare pazienti con un neuroblastoma ad alto rischio. Queste terapie hanno determinato un notevole aumento dei tassi di sopravvivenza, che in alcuni casi raggiungono il 46-66%. Nonostante questi recenti progressi, c’è ancora molto da fare: circa il 60% dei bambini con neuroblastoma muore a causa della ricaduta, cioè della ricomparsa della malattia dopo il trattamento.
Recenti ricerche hanno riportato che il numero di mutazioni del DNA di un tumore alla recidiva o nelle metastasi è notevolmente superiore a quello rilevato nel tumore primario: sono proprio queste mutazioni a causare il fallimento delle attuali terapie per la cura del neuroblastoma. La comprensione dell’evoluzione delle mutazioni tumorali, dal primario alla metastasi e la progressione tumorale dall’esordio alla recidiva, consentirà di fornire terapie mirate ad eradicare i cloni cellulari più resistenti per diminuire o eliminare il rischio di ricaduta.
(Rosmarinonews)



Fare clic sull'immagine per ingrandire



Inserito da Golfonetwork giovedì 22 giugno 2017 alle 17:03 commenti(0) -

Comunicato stampa Meetup Amici di Beppe Grillo di Salerno

Saranno oltre mille i cittadini che, grazie alla loro sottoscrizione, parteciperanno moralmente alla conferenza di presentazione della petizione popolare contro la vendita da parte dell’Amministrazione Provinciale di Salerno dell’immobile che ospita l’Archivio di Stato, che si terrà venerdì 23 giugno dalle ore 10:30 presso il Bar “In Centro” in via Velia, 2 a Salerno.
La sottoscrizione popolare intende far ridiscutere e, quindi, annullare la decisione collegiale, deliberata dal consiglio provinciale per ben due volte (n. 233/2015 e n. 155/2016) e che, quest’ultima grazie al voto unanime dei presenti, ha reso suscettibile di alienazione, tra gli altri, l’immobile dell’Archivio Storico di piazza Abate Conforti alla cifra di sedici milioni di euro. La scelta di mettere in vendita il palazzo che ospita l’Archivio di Stato priverebbe i cittadini salernitani della propria identità storico-culturale. Questo edificio ha sempre ospitato uffici giudiziari. Prima, forse già nel XV secolo, sede della Regia Udienza, una magistratura risalente al periodo aragonese, e poi sede del Tribunale di Prima istanza e della Gran Corte Criminale. Dopo l’Unità di Italia ha ospitato il Tribunale Civile e Correzionale e la Corte d’Assise.
La petizione popolare, che ha coinvolto i cittadini di tutta la nostra provincia, verrà consegnata, dopo la conferenza di presentazione, presso gli uffici del protocollo dell’Ente provinciale, in ottemperanza all’art. 17, comma 2, che prevede, a fronte della raccolta di almeno mille firme, un obbligo di risposta scritta e motivata a cura dell’organo competente.
Alla conferenza di presentazione saranno presenti anche i cittadini portavoce in Parlamento del Movimento 5 Stelle, Angelo Tofalo e Andrea Cioffi. Quest’ultimo insieme ad un’altra portavoce salernitana Silvia Giordano si sono resi promotori delle altre due petizioni per cui, negli ultimi mesi, questo gruppo ha raccolto numerose ulteriori firme fra i cittadini salernitani. Si tratta delle istanze al Comune di Salerno per l’adozione dei regolamenti attuativi necessari alla realizzazione degli strumenti di partecipazione popolare, quali referendum e petizioni, previsti nello Statuto comunale e mai attuati, e per la richiesta, sempre al Comune di Salerno, di costituirsi parte civile nel processo alla variante di Piazza della Libertà.
Gli scriventi credono fermamente nei principi di condivisione e partecipazione popolare da adottare nelle scelte che riguardano la salvaguardia del bene comune, affinché la tutela dell’identità storico-culturale e la dignità dei cittadini siano sempre salvaguardate anche davanti a valutazioni apparentemente sconvenienti.
La cittadinanza è invitata a partecipare.
Salerno, 22 giugno 2017
(Il Meetup Amici di Beppe Grillo di Salerno)


Inserito da Golfonetwork giovedì 22 giugno 2017 alle 16:46 commenti(0) -

Masso di Aquara, il presidente Canfora chiarisce la posizione della Provincia

In merito allo spostamento del masso presente sulla carreggiata della S.P. 12 nel tratto tra Castelcivita ed Ottati, effettuato in diretta televisiva dalle telecamere della trasmissione di RAI 3 Agorà, il Presidente della Provincia, Giuseppe Canfora, esprime disappunto e preoccupazione per lo scarso senso di responsabilità dimostrato, nella vicenda, dal Presidente della Comunità Montana degli Alburni, Pino Palmieri.
"Come è noto agli amministratori del territorio degli Alburni - dichiara il presidente Canfora - il problema del tratto stradale in questione non è mai stato la rimozione del masso, ma la messa in sicurezza del costone roccioso sovrastante che, in assenza di adeguati interventi, costituisce un grave pericolo per la pubblica incolumità.
La Provincia, con un approccio serio e risolutivo al problema, ha già svolto uno studio geostrutturale che ha dimostrato l'aggravarsi delle condizioni del costone, già oggetto di un intervento del Comune di Aquara che, finanziato con risorse della Regione Campania, non è stato risolutivo del problema".
Canfora continua: "Sulla base dello studio già realizzato, in tempi celeri la Provincia ha redatto un progetto definitivo per la messa in sicurezza del costone, ai fini della reale rimozione di ogni pericolo.
L' azione messa in pratica da Palmieri si rivela per quella che è: un gesto demagogico, estraneo ad ogni reale preoccupazione per la sicurezza dei cittadini del proprio territorio.
La strada continua ad essere chiusa e i pericoli per chi la percorre aumentano.
Sarebbe compito di ogni serio amministratore pubblico mettere al centro delle proprie azioni linteresse delle comunità locali e la loro sicurezza, prima della visibilità personale, affidata ad azioni meramente propagandistiche.
Ci meraviglia - conclude Canfora - il fatto che la RAI (servizio pubblico) si possa essere prestata ad operazioni di questo tipo, fatte in presenza di politici e senza alcun contraddittorio".
(Provincia di Salerno)



Inserito da Golfonetwork giovedì 22 giugno 2017 alle 12:56 commenti(0) -

Mercatini Artigianali, sessione estiva a Castellabate
Si inizia domani sera con il primo appuntamento
Dalla magica atmosfera natalizia nel borgo medioevale di Castellabate capoluogo a quella a due passi dal mare Bandiera Blu di Santa Maria. Gli artigiani della cucina, della ceramica, del cucito e non solo si trasferiscono dalle viuzze del centro storico del capoluogo al lungomare De Simone della frazione balneare Santa Maria per promuovere l'artigianato tipico locale e l'agroalimentare di qualità. Nasce così la terza edizione dei "Mercatini Artigianali Estivi" che si svolgeranno nei week-end estivi, da giugno a settembre, sul lungomare De Simone. Oltre trenta espositori, tra presidi Slow Food del territorio e laboratori artigianali, accompagneranno i visitatori nella conoscenza delle tipicità territoriali. Anche quest'anno, i mercatini saranno itineranti e andranno a colorare le piazze e le vie delle varie frazioni comunali. Tappa, ad agosto, anche nel vicino comune di Perdifumo.
L'iniziativa è stata promossa dall'associazione La Marcialonga di Castellabate-Newcastle, in collaborazione con il comune di Castellabate, e con i patrocini dell'Asi di Salerno, della Provincia di Salerno e del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.
"Torniamo in strada, dopo la sessione natalizia e l'anteprima del mese di giugno, per offrire l'opportunità ai tanti turisti che arriveranno a Castellabate la possibilità di toccare con mano, dopo aver conosciuto le tante bellezze del territorio, anche le nostre tradizioni artigianali. - affermano i promotori Nicola Paolillo e Anna Chirichella - Mi piace sottolineare, inoltre, che anche per quest'anno siamo riusciti a coinvolgere tutto il territorio comunale, organizzando tappe diverse nelle varie frazioni, e addirittura di organizzare due serate nel vicino comune di Perdifumo".
L'apertura ufficiale dei mercatini avverrà venerdì 23 giugno 2017 a Santa Maria di Castellabate. Poi, a luglio e ad agosto, i mercatini si terranno tutti i venerdì, sempre sul lungomare De Simone. Nel mese di agosto, inoltre, i mercatini si terranno anche domenica 27 agosto, per poi lasciare il lungomare di Santa Maria di Castellabate dopo le due tappe dell'1 e 8 settembre. A San Marco di Castellabate, invece, si parte sabato (24 giugno) e si continua ogni sabato nei mesi di luglio, agosto e settembre, con il gran finale fissato per il giorno 16. Le due tappe di Perdifumo, in programma ad agosto, saranno svelate nelle prossime settimane. I mercatini saranno aperti dalle 19 alle 24. Per ogni ulteriore informazione è possibile consultare la pagina Facebook "Mercatini Artigianali Estivi 2017 terza edizione".
(Antonio Vuolo)



Fare clic sull'immagine per ingrandire









Inserito da Golfonetwork giovedì 22 giugno 2017 alle 12:46 commenti(0) -

La Uil Fpl di Salerno promuove la gestione della Camera di Commercio

La Uil Fpl di Salerno promuove la gestione della Camera di Commercio. I sindacalisti Donato Salvato e Giuseppe Russo: “Positivi i risparmi e le entrate incassate negli ultimi 18 mesi dall’Ente. Sono numeri che ci soddisfano”
La Uil Fpl Salerno soddisfatta dei risultati gestionali della Camera di Commercio di Salerno. Da un recente studio di Unioncamere sulla razionalizzazione del sistema camerale, l’Ente salernitano emerge come tra i più virtuosi a livello nazionale. Ciò non è passato inosservato al sindacato di categoria, che per questo vuole evidenziare la bontà gestionale della Camera di Commercio guidata dall’ingegnere Andrea Prete.
Al riguardo, proprio il risultato di esercizio, appena approvato, presenta uno sbilancio negativo pari a circa 3,6 milioni di euro che offusca gli sforzi di ottimizzazione dell'attuale governance camerale. Il risultato infatti è inficiato da accadimenti passati e in particolare dalla svalutazione delle quote degli organismi partecipati che gestiscono l'aeroporto (circa 2.000.000 euro) e dall'accantonamento per la liquidazione di Intertrade (1.400.000 euro).  Va da sé che senza il trascinamento di questi accadimenti gestionali passati il risultato sarebbe stato ben diverso.
“E’ bene quindi evidenziare ciò che in termini di risparmio e maggiori entrate è stato fatto negli ultimi diciotto mesi. In particolare, si fa riferimento alla locazione del terzo e quarto piano della sede storica di via Roma, che tra rimborso di utenze e canone porta nelle casse dell'ente circa 230.000 euro all'anno e il taglio degli stipendi ai dirigenti, per circa 100.000 euro all'anno” ha detto Giuseppe Russo, sindacalista della Uil Fpl. “Sono numeri che ci soddisfano e vanno evidenziati. Non siamo solo il sindacato delle denunce”.
A tutto ciò va aggiunto l'approvazione di progetti strategici sulla digitalizzazione delle imprese, sull’alternanza scuola lavoro e su una piattaforma di servizi ubicata a Milano per la promozione e valorizzazione delle produzioni tipiche campane che ha generato l'ulteriore disponibilità di risorse finanziare per un complessivo importo di 1.150.000 euro, destinati non solo a tre progetti di rilevante ricaduta sul sistema produttivo, ma anche al recupero di circa 200.000 euro all'anno del costo del personale.
“C’è un'assoluta posizione di rilievo di questa Camera, in termini di efficienza, nell'ambito del sistema camerale. Questo non può farci che piacere”, ha detto Donato Salvato, segretario generale della Uil Fpl Salerno.
“La Camera di Salerno, nonostante una media per età pari a 53,2 anni per addetto, più elevata di quella nazionale, fa registrare indicatori "macro" di efficienza estremamente significativi, con 7,2 addetti per ogni 10.000 utenti rispetto alla media nazionale pari a 11,3, pertanto Salerno se fosse in linea con la media nazionale dovrebbe avere 136 addetti rispetto agli 86 esistenti. Da precisare che tali indicatori comprendono anche unità lavorative di servizi esternalizzati, che per Salerno sono 11 sul totale di 86. Altrettanto significativo è il dato sul costo del lavoro, per il quale Salerno fa registrare 31,4 euro per U.L. rispetto alla mediana nazionale pari al 48,3, e a quella di cluster pari a 41,9”.
Numeri importanti che, per la Uil Fpl, sono frutto anche delle corrette relazioni sindacali degli ultimi anni. “Per definire il quadro di efficienza gestionale di questa Camera, vanno ricordati il tasso di utilizzo degli spazi, che presenta un indicatore paria circa il 30% al di sotto della media nazionale, il tasso di assenteismo per malattie, pari al 2,6%, nonché l'incasso medio per addetto per diritti di segreteria, che è assimilabile al fatturato generato dal volume di attività dei diversi servizi offerti dalla Camera: tale incasso medio, con 45.246 euro, pone Salerno nella stessa posizione delle Camere metropolitane,  di Roma e di Milano, che beneficiano di enormi economie di scala, ma soprattutto al di sopra di Camere  similari operanti in realtà economiche tra le più avanzate d'Italia”, ha concluso Salvato. “Tutto ciò spiega perché questa Camera è riuscita a superare i due grossi shock di Intertrade, con perdite oltre i tre milioni di euro, e l'abbattimento delle entrate, con il diritto annuale dimezzato. Siamo soddisfatti. Possiamo parlare di una vera eccellenza del “Sistema Salerno”.
(Uil Fpl Salerno)


Donato Salvato


Inserito da Golfonetwork giovedì 22 giugno 2017 alle 12:35 commenti(0) -

Notizie flash (22/6/2017)

Celle di Bulgheria- Tir impazzito sbanda nel tratto di strada che collega Roccaglorisa con Poderia e finisce contro il paracarro distruggendo alberi ed un muro di recinzione. Illesi gli occupanti della cabina di guida (un uomo di 55 anni di Benevento ed un ragazzo di 25 anni).

Petina- Camion prende fuoco sull'autostrada A2 Salerno-Reggio Calabria (ex A3) nel tratto tra gli svincoli di Petina e Polla: fiamme domate dai Vigili del Fuoco.

Erchie- Malmenato e bastonato da balordi titolare di uno stabilimento balneare: presentata denuncia ai Carabinieri.

Capaccio/Paestum- Rapina a mano armata in una sala slot: bottino di mille euro. Il colpo è stato messo a segno da due malviventi a volto coperto che hanno chiuso nel bagno il titolare e sono poi fuggiti con la sua auto.

Castelcivita- Estorsione e maltrattamenti ai genitori: arrestato dai Carabinieri un uomo di 48 anni (F.N.).

Camerota- Esclusione Saggiomo (per ineleggibilità) dal Consiglio Comunale: previsto ricorso al Tar.

Erchie- Donna di 62 anni si tuffa in mare e muore. E' accaduto alle ore 12.30 circa.

Marsico Nuovo (Pz): Rubano soldi, carte di credito ed altri oggetti nelle auto in sosta: denunciate quattro persone di Agropoli (3 uomini e una donna), tutte pregiudicate.


Inserito da Golfonetwork giovedì 22 giugno 2017 alle 11:56 commenti(0) -

Notizie flash

Salerno- Sbarcati al porto di Salerno 526 migranti da una nave militare spagnola.

Aquara- Rimosso sulla S.P. 12 il masso che occupava la carreggiata; la rimozione è avvenuta senza la preventiva autorizzazione della Provincia di Salerno: la strada resta comunque ufficialmente chiusa. La vicenda scatena un putiferio politico. Il masso si trovava sulla S.P.12 da due anni.

Ottati- Furto sacrilego: ladri rubano nella Chiesa della Santissima Annunziata due catenine e le offerte dei fedeli.

Caggiano- Bambino cade dalla bici e rimane ferito: ricoverato all'ospedale Curto di Polla.


Inserito da Golfonetwork mercoledì 21 giugno 2017 alle 18:17 commenti(0) -

Infiltrazioni camorristiche nel Cilento: comunicato Confesercenti Salerno

La Confesercenti Provinciale di Salerno e S.O.S. Impresa Salerno esprimono preoccupazione per le notizie diffuse nella giornata di ieri, esiste un concreto “interesse” per la provincia di Salerno da parte della camorra, ma anche da parte della ‘ndrangheta, nei settori alberghiero, del gioco e dei rifiuti. E’ uno degli elementi sottolineati da Rosy Bindi, Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, al termine delle audizioni svolte da una delegazione dell’organismo nella
Prefettura del capoluogo salernitano. Dalla relazione della DDA si evince altresì che sul territorio cilentano vi sia da tempo immemore un interesse da parte della criminalità organizzata ad investire in attività economiche per il riciclo del danaro. Siamo in un momento storico già compromesso dalla crisi economica con un ultimo spiraglio aperto dai Fondi Europei e regionali, su un territorio che soffre della carenza di vari elementi importanti per lo sviluppo del turismo e del commercio e che prova a destagionalizzare la propria offerta turistica con una crescita sempre maggiore delle Reti di stakeolder, opinion leader ed addetti ai lavori. In un momento dell’anno che vede oramai alle porte la stagione estiva, gli operatori commerciali, dei servizi e del turismo rappresentati da Confesercenti Salerno chiedono sempre maggior tutela per il mercato economico della provincia di Salerno e maggior controllo del territorio. L’attenzione deve rimanere altissima da parte di tutti, anche dei cittadini, pronti a denunciare alla magistratura ogni tentativo di inquinamento dell’economia legale, con l’aiuto delle forze dell’ordine, della questura, della prefettura e delle associazioni come SOS Impresa Salerno.

L’auspicio è che il lavoro svolto da parte delle forze dell’ordine, le indagini effettuate ed i rapporti depositati, portino a dei risultati concreti e veloci, grazie al lavoro certosino dei magistrati presenti presso le Procure della Repubblica.
Il Cilento è un territorio vasto e di grande bellezza, con grosse prospettive di crescita economica e pertanto il livello d’attenzione deve essere sempre più alto in questa fase, verso la difesa delle aziende sane che vogliono avere un territorio di riferimento con un mercato libero da condizionamenti, non inquinato dall’economia illegale, dal malaffare e dalla concorrenza sleale.

(Il Presidente di Confesercenti Salerno dott. Raffaele Esposito)

(Il Presidente S.O.S. Impresa Salerno Avv. Tommaso Battaglini)


Inserito da Golfonetwork mercoledì 21 giugno 2017 alle 18:07 commenti(0) -

© Riproduzione riservata

Archivio news
Archivio news 2014
Archivio news 2013
Archivio news 2011-2013
Archivio news 2008-2011



© 2017 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica