NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » comunicati

 






Capaccio Scalo: 1 Kg di droga nascosta in uno zaino, arrestato un uomo

Capaccio Scalo- Nella serata del 3 giugno 2020, i militari della Stazione Carabinieri di Capaccio Scalo al termine di mirato servizio teso a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, traevano in arresto a Capaccio Paestum V.G. di Capaccio Scalo poiché trovato in possesso di circa KG. 1,200 di sostanza stupefacente tipo marijuana. La droga era stata abilmente occultata all’interno di uno zaino rosso che lo stesso custodiva all’interno dell’autovettura in uso. La sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro. L’arrestato su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato assoggettato al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa del rito direttissimo.

(Carabinieri)


Inserito da Golfonetwork venerdì 5 giugno 2020 alle 21:20 commenti(0) -

Notizie Flash (5/6/2020)

Matinella di Albanella- Furto durante la scorsa notte alle ore 4 circa. Quattro ladri, a volto coperto, entrano nella filiale della BCC di Capaccio sita in viale Kennedy e rubano il contenuto della cassaforte del bancomat. Quando scatta l'allarme si danno alla fuga. Il colpo è stato ripreso dalle telecamere della videosorveglianza. Sull'episodio indagano i Carabinieri della Compagnia di Agropoli.

Attualità- Celebrato oggi, 5 giugno 2020, il 206° Anniversario della Fondazione dell'Arma dei Carabinieri.

Praiano- Arrestato il Sindaco di Praiano Giovanni Di Martino, 46 anni. E' stato pizzicato dalla Squadra Mobile della Questura di Salerno in flagranza di reato per una mazzetta da 250 euro. E' attualmente ristretto ai domiciliari nella sua abitazione.

Cetara- Truffata un'anziana con il metodo del raggiro telefonico: trafugati 5.000 euro.

Castellabate- Il prossimo lunedi prevista la consegna dei lavori per il polo scolastico.

San Mauro Cilento- Continuano le polemiche per le interruzioni del servizio idrico.

Palinuro- Misure restrittive Covid-19: varato il piano spiagge.

Pagani- Petardo provoca incendio al mercato di Pagani.


Inserito da Golfonetwork venerdì 5 giugno 2020 alle 21:04 commenti(0) -

Pontecagnano Faiano: scoperto appartamento per incontri a luci rosse

Pontecagnano Faiano- Nell’ambito dei controlli antidroga e antiprostituzione già avviati nelle zone periferiche e nei comuni a sud della provincia, le indagini da parte della Polizia di Stato si sono incentrate sul fenomeno della prostituzione esercitata all’interno di appartamenti apparentemente “normali”. Nella tarda serata del 3 giugno, gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile - Sezione Falchi effettuavano diversi servizi di osservazione nella zona di Pontecagnano Faiano, ove era stata segnalata la presenza di numerose persone che s’intrattenevano all’interno di uno stabile di quel centro cittadino, sia nelle ore diurne che notturne.  Dopo una serie di appostamenti si è avuto il fondato sospetto che, all’interno dell’appartamento vi fosse la presenza di un  transessuale di cittadinanza sud americana, che esercitava la prostituzione. Durante gli appostamenti venivano identificati tutti gli avventori per riscontrare le ipotesi investigative e una volta acclarati i fatti, i poliziotti facevano irruzione all’interno dell’appartamento, dove veniva identificato il transessuale, trentenne di nazionalità colombiana, che fruiva periodicamente  dell’appartamento in fitto, per consumare  prestazioni sessuali a pagamento. Dalla successiva perquisizione è, stato rinvenuto materiale utilizzato per l’esercizio della prostituzione ed un telefono cellulare utilizzato per ricevere i contatti dei clienti. Dagli accertamenti esperiti si riusciva  a risalire al proprietario dell’immobile. L’uomo, salernitano di anni 51, che percepiva circa 350 euro a settimana per l’affitto dell’immobile, veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di favoreggiamento della prostituzione e l’appartamento veniva posto sotto sequestro.
(Polizia di Stato)


Inserito da Golfonetwork venerdì 5 giugno 2020 alle 21:00 commenti(0) -

Nocera Inferiore: stupefacenti prodotti in casa, arrestato un ventottenne

Nocera Inferiore- Nella giornata di ieri, 4 maggio, in centro città a Nocera Inferiore, a seguito di perquisizione domiciliare, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nocera Inferiore hanno tratto in arresto R.D. di anni 28, resosi responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Già da qualche tempo gli agenti tenevano sotto osservazione l’uomo che, da spostamenti sospetti, appariva poter essere dedito ad attività illecite. Pertanto nel pomeriggio di ieri si procedeva alla perquisizione domiciliare presso l’abitazione all’esito della quale, all’interno di una stanza, si rinvenivano evidenti tracce di una serra appositamente adibita per la produzione della sostanza stupefacente; infatti oltre alla presenza di un grosso scaffale in ferro dove venivano fatte essiccare le foglie delle piante, venivano  rinvenuti fitofarmaci idonei alla coltivazione di piante di marjuana e materiale per il confezionamento dello stupefacente, oltre che un bilancino di precisione. Gli agenti pertanto sottoponevano a sequestro quanto rinvenuto e specificamente grammi 457 di sostanza di tipo marjuana, di grammi 2.4 di sostanza di tipo cocaina e di grammi 4.4 di sostanza di tipo hashish, grazie alle tempestive analisi di laboratorio effettuate dal personale della Polizia Scientifica. Per tali fatti l’uomo veniva tratto in arresto e condotto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del giudizio direttissimo.
(Polizia di Stato)




Inserito da Golfonetwork venerdì 5 giugno 2020 alle 20:54 commenti(0) -

Spettanze mai versate dal Corisa2, operaio vince in Tribunale

Spettanze mai versate dal Corisa2, operaio vince in Tribunale e vede riconosciuti i suoi diritti. La Fiadel: “Altro passo importante in una vicenda intricata”
"Anche in tempo di Covid la giustizia trionfa al Tribunale di Salerno". Così, il coordinatore provinciale della Fiadel di Salerno, Angelo Rispoli, si è espresso in merito alla sentenza che ha visto riconosciuti i diritti di un proprio iscritto. Gaetano De Chiara, assistito dall'avvocato Ignazio Ardizio si è visto accogliere dal Tribunale di Salerno, sezione Lavoro presieduta da Romano Gibboni, le proprie doglianze espresse in qualità di operaio nei confronti del Consorzio di Bacino Salerno 2. A De Chiara sono state riconosciute le spettanze retributive mai versate dall'ex datore di lavoro. "Vittoria sindacale a cui, si spera, seguiranno tante altre - ha continuato Rispoli -. Questo è un ulteriore tassello della intricatissima vicenda dei dipendenti del Consorzio, con i lavoratori ancora in forza sospesi e senza stipendio da mesi mentre gli operai licenziati da anni devono ricorrere alle aule di giustizia per vedere riconosciuti loro diritti".
(Csa Fiadel Salerno)


Angelo Rispoli


Inserito da Golfonetwork venerdì 5 giugno 2020 alle 18:40 commenti(0) -

Cisal Terziario: nota stampa di Giovanni Giudice

Il 3 giugno l'Italia è entrata nella fase 3. Il Governo ha consentito la riapertura delle Regioni e la riapertura di tutte le attività produttive che operano sull'intero territorio nazionale. Ora tocca a tutti noi rimboccarci le maniche e replicare il miracolo economico degli anni 60. Bisogna incrementare l'occupazione ed i consumi. Il  Presidente Conte ha annunciato di volere un confronto con tutte le forze produttive, con le associazioni e le migliori energie del nostro Paese, e mi auguro che anche i Sindacati facciano parte dei tavoli dove si discuterà del destino dell'Italia. Bisognerà utilizzare velocemente e correttamente, senza sprechi, le risorse europee. E' una occasione irripetibile!
E' chiaro che il ruolo centrale dovrà essere recitato dal turismo e la Provincia di Salerno dovrà avere un un rilievo particolare nella politica turistica Italiana.
Le costiere Amalfitana e Cilentana sono il fiore all'occhiello della nostra Regione e come tali devono essere le protagoniste in questo difficile momento.
Lo slogan che ha contraddistinto i giorni passati "iorestoacasa" dovrebbe essere trasformato in "iorestoinitalia" e più propriamente "iorestoincampania". Aiutiamo l'economia della nostra Provincia, consumiamo i prodotti della nostra terra e andiamo in vacanza nelle nostre belle località.
Solo così potremo aiutare l'economia e l'occupazione, poi i flussi turistici europei ed internazionali ritorneranno naturalmente a popolare le mete più ambite del mondo."
(Cisal Terziario)




Inserito da Golfonetwork venerdì 5 giugno 2020 alle 18:36 commenti(0) -

Marchesano Filca Cisl Salerno: cassa integrazione per molti ancora un miraggio

Cassa integrazione Covid19, una buona parte, non ha ancora avuto nulla. Oltre un terzo delle domande autorizzate della cassa integrazione in deroga non è stato liquidato in provincia di Salerno.
Peppe Marchesano responsabile Filca Cisl: "Migliaia di lavoratori aspettano ancora i soldi di marzo e aprile. Anche la situazione dei pagamenti delle Cig ordinarie per Covid 19, fanno registrare ritardi e difficoltà nei pagamenti. Oggi siamo nella condizione di avere da un lato, il mancato recepimento del sostegno al reddito, e dall'altro una prospettiva di ripresa con molte ombre. Il nostro ruolo è di vigilare sul sistema e di chiedere interventi ove ci siano anomalie o ritardi dovute a carenze tecniche organizzative. Infine, valuteremo le opportunità di ripresa che offrirà Ecobonus quando avremo il quadro definitivo nel decreto attuativo previsto a giorni".
(Filca Cisl Salerno)


Giuseppe Marchesano


Inserito da Golfonetwork venerdì 5 giugno 2020 alle 13:09 commenti(0) -

Convocazione del Consiglio provinciale per lunedì 8 giugno 2020
Con proprio decreto n. 87 del 3 giugno us, il Presidente della Provincia di Salerno convoca il Consiglio provinciale in seduta pubblica, straordinaria e di prima convocazione per il giorno 8 giugno 2020, alle ore 11,00. Si allega il decreto di convocazione 83/2020 con relativo Ordine del Giorno.
“Ho ritenuto – dichiara il Presidente della Provincia Michele Strianese - di individuare misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID- 19 in occasione dello svolgimento dei lavori consiliari, che sono dettagliate e riportate nel decreto di convocazione allegato, ed è bene sottolineare che la seduta del Consiglio non sara` aperta al pubblico e la pubblicita` dei lavori sara` garantita mediante collegamento streaming.”
Tutti i lavori della seduta consiliare saranno trasmessi in diretta streaming dal canale istituzionale della Provincia di Salerno.
(Maria Rosaria Greco)


Decreto di convocazione 83/2020
(Fare clic sull'immagine per leggere -formato .pdf-)

Inserito da Golfonetwork venerdì 5 giugno 2020 alle 12:58 commenti(0) -

Onoreficenza ai medici eroi, Polichetti ringrazia Mattarella

Onoreficenza ai medici eroi, Polichetti ringrazia Mattarella: «Giusto premio a chi ha tenuto in piedi il Paese». Monito alla politica: «Mai più tagli al sistema sanitario»
Medici eroi, Mario Polichetti plaude all’iniziativa del Capo dello Stato e lancia un monito alla politica: «Basta tagli». In 57, tra cui molti operatori sanitari, hanno ricevuto l’onoreficenza e il riconoscimento di Cavalieri dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per gli sforzi messi in campo durante l’epidemia di Covid-19 in Italia. Un gesto che il sindacalista Fials commenta così: «Ringrazio il presidente per aver dato dimostrazione, con questo atto simbolico, dell’apprezzamento del lavoro e dei sacrifici di tanti medici e infermieri che negli ultimi mesi hanno tenuto in piedi il nostro Paese tra mille difficoltà – afferma Polichetti – Hanno lottato contro un nemico sconosciuto che ha rischiato di mandare al collasso il sistema sanitario, mettendo a rischio la loro stessa incolumità, il tutto per senso del dovere e spirito di solidarietà nei confronti di chi ha avuto la sfortuna di contagiarsi. Veri eroi che meritavano un riconoscimento pubblico». Dal ginecologo del Ruggi anche una riflessione sul futuro del comparto sanitario: «Il Coronavirus ha dimostrato tutta l’inadeguatezza della politica dei tagli, che ha fortemente penalizzato le strutture sanitarie in tutta Italia, incluse quelle del territorio salernitano. Una storia che non dovrà ripetersi, se non vogliamo vivere altri drammi di questa portata. Gli investimenti sulla Sanità pubblica, dalle strutture al personale sanitario, non sono più rinviabili: chi ha in mano le redini del Paese faccia tesoro dell’emergenza Covid per avviare una programmazione seria».
(Ufficio stampa Mario Polichetti)


Mario Polichetti


Inserito da Golfonetwork venerdì 5 giugno 2020 alle 12:50 commenti(0) -

Camerota, gestione spiagge. Scarpitta: «Arenile libero non si tocca»

Camerota, gestione spiagge. Scarpitta: «Arenile libero non si tocca». Per lidi c’è ‘baratto amministrativo’
«La spiaggia libera resta tale, seppur regolamentata secondo quanto predisposto nell’ordinanza n.50 della Regione Campania firmata dal governatore Vincenzo De Luca». Lo ha detto Mario Salvatore Scarpitta, sindaco di Camerota, nel corso dell’incontro pubblico che si è tenuto oggi, mercoledì 3 giugno, all’interno del centro sociale polifunzionale di via Sirene. «Non abbiamo mai messo cancelli e mandato via qualcuno dalla spiaggia libera e non lo faremo di certo ora. Siamo nel bel mezzo di un’emergenza sanitaria mondiale, questo è bene ribadirlo sempre, anche se ne stiamo uscendo piano piano fuori. Non dobbiamo dimenticare che questa non sarà la solita estate per i motivi che ognuno di noi conosce - ha continuato il primo cittadino rivolgendosi agli operatori turistici ma anche ai tanti cittadini che hanno risposto in modo fattivo alla convocazione -. Camerota nel 2019 è stata prima per presenze in provincia di Salerno, superando anche il capoluogo di provincia, e terza in Regione Campania, solo dopo Napoli e Sorrento. Il nostro litorale balneabile è molto esteso e la spiaggia libera è stata quantificata in oltre 40 mila metri quadri. Nessuno come noi in Cilento, questo per farvi capire anche meglio le difficoltà di gestione che ci sono».
All’incontro era presente l’assessore al Turismo Teresa Esposito, la consigliera al Commercio Giuseppina Cammarano e la dottoressa Antonietta Coraggio, responsabile dell’Ufficio Tecnico e del Demanio. Proprio l’architetto ha precisato che «si sta portando avanti un lavoro certosino di mappatura delle spiagge, differenziando il litorale libero da quello in concessione con colori differenti. Bisogna capire con certezza dove c’è la possibilità di poter affidare, solo ed esclusivamente per l’estate 2020, un ulteriore tratto di spiaggia libera in concessione alle strutture balneari».
«Escluderei fin da subito le spiagge del paese, da sempre preferite dai residenti e dove la spiaggia libera non è poi così estesa - ha aggiunto il sindaco Scarpitta -. Quindi Lentiscella, Marina delle Barche e Calanca, lungo queste spiagge non abbiamo la possibilità di aiutare gli stabilimenti balneari. Al Mingardo, invece, dove la spiaggia libera è molto estesa, c’è la possibilità di affidare qualche tratto ai privati ma in cambio di un aiuto concreto». L’idea dell’amministrazione comunale di Camerota, infatti, è quella di dar vita ad un baratto amministrativo. «Attorno al comparto balneare ruotano centinaia di posti di lavoro e un indotto non indifferente. Abbiamo il dovere di aiutare tutti, fin dove le nostre possibilità ce lo permettono. I lidi balneari manifesteranno il proprio interesse per ottenere, solo per quest’estate, è bene sottolinearlo ancora, un allargamento della spiaggia in concessione. L’ufficio Tecnico valuterà le domande e dove sarà possibile, permetterà quanto previsto anche dal Dpcm del Governo e dall’ordinanza regionale n.50, cioè ampliare le concessioni per evitare assembramenti, garantire il distanziamento e garantire un numero di postazioni per ogni lido che si avvicina a quello della scorsa estate - ha spiegato Scarpitta -. Il titolare dello stabilimento che accetta il baratto amministrativo, dovrà garantire a sua volta la pulizia e la sicurezza della spiaggia libera adiacente, nonchè l’utilizzo dei servizi igienici ai fruitori dell’arenile libero».
Nel frattempo che il piano venga ultimato e che la spiaggia libera venga finita di essere mappata e successivamente messa in sicurezza secondo quanto stabilito dalla Regione, il sindaco, ormai da diversi giorni, ha emanato un’ordinanza per regolamentare l’accesso al litorale libero attraverso le regole che tutti conosciamo. Intanto il Comune di Camerota è in contatto con l’ente Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Molte spiagge del litorale di Camerota, infatti, ricadono in zone Sic (sito interesse comunitario) pertanto il Parco, nei prossimi giorni, dovrebbe stanziare dei fondi, a favore dei comuni costieri del Cilento e quindi anche di Camerota, che potrebbero essere utilizzati per garantire il servizio di vigilanza, attraverso organismi di protezione civile o guardie ambientali, lungo le spiagge libere.
«Le stesse spiagge libere saranno suddivise in spazi di circa 12 metri quadri ciascuno che saranno al servizio dei turisti e dei cittadini - ha continuato il sindaco -. Poi, insieme all’assessore al Turismo e al delegato all’Innovazione Tecnologica Domingo Ciccarino, stiamo valutando di monitorare il tutto attraverso un’app. In sostanza: le spiagge libere restano tali ma regolamentate perchè al loro interno devono essere garantite e rispettate una serie di norme previste da organi di controllo sovracomunali; le strutture balneari, ove è possibile, avranno la possibilità di chiedere l’allargamento della propria concessione, a patto che diano un aiuto concreto nella gestione della vicina spiaggia libera».
(Comune di Camerota)


Inserito da Golfonetwork giovedì 4 giugno 2020 alle 21:28 commenti(0) -

© Riproduzione riservata

Archivio news
Archivio news 2015-2017
Archivio news 2014
Archivio news 2013
Archivio news 2011-2013
Archivio news 2008-2011


© 2020 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica