NAVIGHI A 56k ?
Golfonetwork - IL PORTALE DEL GOLFO DI POLICASTRO (Salerno)

Golfonetwork su twitter Imposta Golfonetwork come pagina iniziale Aggiungi Golfonetwork ai preferiti Segnala Golfonetwork ad un amico o ad un'amica 
 Sei in: Home » comunicati

 






Notizie Flash (20/1/2020)

Agropoli- Arrestato parcheggiatore abusivo.

Capaccio- Una donna ingegnere è rimasta ferita questa mattina durante un sopralluogo presso l'ex stabilimento Cirio. Dal soffitto dell'edificio sono caduti calcinacci che hanno colpito la donna alla testa fortunatamente protetta dal casco protettivo. Per lei è stato inevitabile il trasporto con un'ambulanza all'ospedale Ruggi di Salerno per le cure del caso. Fortunatamente le sue condizioni non sono gravi.

Sala Consilina- Furgone alimentato a metano in fiamme sulla A2: conducente in salvo, fiamme domate dai Vigili del Fuoco.

Battipaglia- Truffe telefoniche con pacco e postino finti ai danni delle signore anziane: donna derubata di 700 euro ed oggetti in oro. Sulla vicenda indagano i Carabinieri.


Inserito da golfonetwork lunedì 20 gennaio 2020 alle 20:38 commenti(0) -

Pagani: traffico di droga, maxi-operazione dei Carabinieri

Pagani- I Carabinieri del Comando Provinciale di Salerno hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Nocera Inferiore, su richiesta della Procura della Repubblica, a carico di 13 soggetti, tutti indagati per il reato di cui all’art. 73 D.P.R. 309/90 (traffico illecito di sostanze stupefacenti).
La misura prevede:
 
– la custodia cautelare in carcere a carico di 7 indagati;
– gli arresti domiciliari a carico di 3 indagati;
– il divieto di dimora nella provincia di Salerno a carico di 3 indagati.
Il provvedimento eseguito scaturisce da un’articolata attività investigativa condotta dalla Tenenza di Pagani, a partire da marzo 2019, su delega della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, nei confronti di un gruppo dedito alla gestione di una vera e propria “piazza di spaccio” in un’area del centro storico di Pagani chiamata “Casa Campitelli”.
Le indagini, comprendenti attività di osservazione video, intercettazioni ambientali, servizi di pedinamento e riscontri sul territorio, hanno consentito di documentare:

- l’esistenza di un gruppo di soggetti, ciascuno di volta in volta addetto al ruolo di rifornitore, pusher o vedetta, che gli indagati ricoprivano in maniera tendenzialmente stabile ma, all’occorrenza, con reciproca intercambiabilità. In particolare, il ruolo di rifornitore, emerso quale preminente nella gerarchia di importanza tra gli indagati, era ricoperto da soggetti già colpiti in passato da provvedimenti giudiziari per il reato di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti unitamente a elementi di spicco del sodalizio mafioso egemone nell’area (clan “Fezza – Petrosino D’Auria”);
- la costante presenza dell’organizzazione sulla piazza di spaccio, la cui operatività, sotto forma di presidio permanente, era nota a una vasta platea di assuntori di stupefacenti provenienti sia dall’Agro Nocerino – Sarnese, sia da altre aree della Provincia di Salerno e territori limitrofi dell’area sub-vesuviana;
- la predisposizione di veri e propri “turni di lavoro”, finalizzati a imprimere continuità alle vendite e pianificati in modo da assecondare le cicliche oscillazioni della domanda in base all’ora e al giorno della settimana (potenziandoli, quindi, nelle ore serali e durante i week-end);
- l’adozione, in ragione di fattori o condizioni contingenti (flusso di acquirenti e conseguente esigenza di celerità, percezione del rischio di controlli di polizia, etc.), di modus operandi diversificati soprattutto per quanto concerne le modalità di occultamento delle dosi e le modalità di scambio stupefacente-denaro.
Nel corso dell’attività di indagine, sono stati:
- eseguiti consistenti sequestri di stupefacenti, soprattutto di cocaina e crack (circa 1000 dosi), nonché marijuana e hashish;
- effettuati 11 arresti in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio a carico di pusher e vedette, con contestuale recupero di numerose dosi di cocaina già pronte per la vendita al dettaglio, nonché di somme di denaro contante, provento dell’attività di spaccio, ammontanti complessivamente a circa Euro 10.000;
- documentate 155 cessioni di stupefacente, di cui 45 con riscontro sui relativi acquirenti, segnalati al Prefetto di Salerno ai sensi dell’art. 75 D.P.R. 309/90 quali assuntori con contestuale sequestro dello stupefacente acquistato;
- rinvenuti e sottoposti a sequestro, all’interno di depositi utilizzati dagli indagati anche per l’occultamento della sostanza stupefacente, una pistola, due giubbotti antiproiettile e tute verosimilmente impiegate per il compimento di reati contro la persona e il patrimonio.
(Carabinieri)


Inserito da golfonetwork lunedì 20 gennaio 2020 alle 20:35 commenti(0) -

Salerno: furto in abitazione, arrestato un pregiudicato

Salerno- Nell’ambito di predisposti e mirati servizi di repressione dei reati, in particolare per contrastare i reati di criminalità diffusa ed il fenomeno dei furti in appartamento, gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile - Sezione Falchi, impiegati nei servizi di prevenzione e vigilanza durante l’evento “Luci d’artista 2019-20”, nella serata di sabato 18 gennaio, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un pluripregiudicato,  ritenuto responsabile di tentato furto e resistenza a pubblico ufficiale. Gli agenti, transitando in via San Leonardo, notavano due giovani incappucciati saltare da un balcone di un’abitazione al primo piano; alla vista dei poliziotti, i due si davano a precipitosa fuga in due diverse direzioni, mentre uno dei due, scappando, buttava a terra un grosso cacciavite che veniva poi recuperato e sequestrato. Al termine di un lungo inseguimento prima con l’auto di servizio, poi a piedi, gli operatori riuscivano a raggiungere  uno dei due giovani, che opponeva comunque resistenza anche dopo esser stato bloccato, mentre per il secondo soggetto, fuggito in opposta direzione venivano attivate immediate indagini per l’identificazione e la ricerca. I proprietari dell’appartamento venivano prontamente rintracciati e si accertava l’avvenuta forzatura della persiana e della porta di ingresso, ma che fortunatamente nulla era stato asportato grazie all’immediato intervento della Polizia. Il giovane bloccato durante la fuga veniva pertanto tratto in arresto e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che ne disponeva la traduzione presso la casa circondariale di Salerno - Fuorni.
(Polizia di Stato)


Inserito da golfonetwork lunedì 20 gennaio 2020 alle 20:10 commenti(0) -

Cava de' Tirreni: rissa aggravata, denunciati sei giovani

Cava de' Tirreni- Nella decorsa nottata gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de’ Tirreni - Squadra Volante, hanno proceduto alla denuncia in stato di libertà per rissa aggravata a carico di sei giovani, di cui tre originari dell’agro nocerino-sarnese e tre di Gragnano, tutti di età compresa fra i 20 ed i 25 anni, i quali, per futili motivi, si rendevano responsabili di una colluttazione, con violenze reciproche. Gli stessi, in due gruppi contrapposti, iniziavano le violenze fisiche all’interno di un noto ristorante, con musica live, in centro città, utilizzando anche alcune transenne poste in strada dopo che gli addetti alla sicurezza riuscivano a spostarli fuori per interrompere le violenze e contemporaneamente porre in sicurezza il restante pubblico presente. Gli agenti della volante presente sul territorio, intervenendo con decisione e tempestività e non senza difficoltà operative per la presenza di numerose persone che scappavano dal locale, riuscivano a fermare ed identificare i due gruppi contrapposti, ognuno composto da tre persone, anche con l’ausilio dei Carabinieri della locale Tenenza intervenuti a supporto, denunciandoli all’Autorità Giudiziaria per il reato di rissa aggravata in quanto si registravano anche due feriti lievi, medicati sul posto da personale sanitario del 118.
(Polizia di Stato)


Inserito da golfonetwork lunedì 20 gennaio 2020 alle 20:07 commenti(0) -

A San Marzano sul Sarno i lavori di messa in sicurezza sulla SR ex SS 367

Lunedì 27 gennaio, è prevista la consegna dei lavori di consolidamento del piano viario della SR ex SS 367, nel tratto denominato Via Giovanni 23° situato nel comune di San Marzano sul Sarno. 
“Iniziamo i lavori - afferma il Presidente della Provincia, Michele Strianese – il prossimo 27 gennaio, e si tratta di interventi di messa in sicurezza del piano viario della SR ex SS 367 nel comune di San Marzano su Sarno. Presumibilmente i lavori saranno ultimati nel giro di una settimana con la realizzazione della segnaletica orizzontale. L’importo complessivo del quadro economico è di circa 55.000 euro. L’intervento è stato affidato all’impresa Fratelli Stile srl di Nocera Inferiore.
Mobilità e sicurezza sono fra i diritti primari del cittadino, per questo lavoriamo quotidianamente, per tutelare una mobilità sicura per le nostre comunità, grazie soprattutto alla Regione Campania che ci sostiene, in particolare il Presidente On. Vincenzo De Luca, che attraverso i finanziamenti regionali ci consente di intervenire sui nostri territori.”
(Maria Rosaria Greco)


Inserito da Golfonetwork lunedì 20 gennaio 2020 alle 18:31 commenti(0) -

UniSa: 22 Gennaio presentazione Tirocini teorico-didattici e pratici
Saranno presentati, mercoledì 22 gennaio alle 9.30 nell'aula magna dell'università di Salerno, i tirocini teorico-didattici e pratici del Corso di laurea in Scienze Motorie, Sportive e dell'Educazione Psicomotoria. Dopo i saluti del rettore, Vincenzo Loia, del direttore del Dipartimento di Scienze Umane, Filosofiche e della Formazione, Maurizio Sibilio, del delegato del rettore allo Sport, Felice Corona, e del presidente del Centro Universitario Sportivo di Salerno, Lorenzo Lentini, interverranno:
- Mauro Cozzolino - Presidente Corso di Laurea di Scienze delle Attività Motorie, Sportive e dell'Educazione Psicomotoria dell'Università degli Studi di Salerno
- Michele Di Ruocco - Direttore Centro Universitario Sportivo di Salerno
- Manuela Di Centa - Membro CIO e di Giunta Esecutiva del CONI. Head Staff Tirocinio Centro Universitario Sportivo di Salerno
La presenza della stampa è particolarmente gradita.
(Ufficio Comunicazione Cus Salerno - A.S.D.)



Fare clic sull'immagine per ingrandire


Inserito da Golfonetwork lunedì 20 gennaio 2020 alle 18:29 commenti(0) -

Provincia di Salerno: il Presidente Strianese agli ex lavoratori CORISA 2

Il Presidente Strianese agli ex lavoratori CORISA 2 “Voi e le vostre famiglie non siete soli”

Si è tenuto a palazzo Sant’Agostino l’incontro per discutere sulla ricollocazione lavorativa del personale c.d. “intercantiere” dell’ex Consorzio di Bacino Salerno 2 (CORISA 2). Erano presenti Il Presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese, il Commissario Liquidatore del Consorzio Bacino Salerno 2, Giuseppe Corona, l’Assessore all’Ambiente del Comune di Salerno, Angelo Caramanno, Il Presidente dell’EDA, Ente d’Ambito Rifiuti di Salerno, Giovanni Coscia, e, insieme ai lavoratori, vari rappresentanti sindacali.
“Ho voluto seguire personalmente questa vicenda fin dall’inizio – dichiara il Presidente della Provincia, Michele Strianese - sia per la mia funzione di garante, che per offrire sostegno degli Enti interessati al ricollocamento dei dipendenti detti “intercantiere” in quanto non svolgevano la propria attività lavorativa in un cantiere specifico, come per esempio gli amministrativi o gli autisti.
Il Consorzio anche se in liquidazione, ha continuato a curare i contatti con tutte le Amministrazioni comunali per provvedere al ricollocamento presso i Comuni. Ad oggi 39 dei 57 lavoratori intercantieri originari sono stati collocati e, attraverso lo svolgimento di selezioni/colloqui, si sta risolvendo la situazione di altri fra il personale restante. Il Consorzio ha assicurato che continuerà tale attività fino alla ricollocazione lavorativa di tutti i lavoratori in parola, assicurando anche il pagamento delle 8 mensilità arretrate a seguito della liquidazione del patrimonio per il ripianamento dei debiti maturati nei confronti dei fornitori e degli stessi lavoratori.
Nessuno quindi, fra gli Enti che seguono la questione a vario livello, ha abbandonato gli ex lavoratori del CORISA 2 ancora inoccupati, ma, anzi, viene seguita con attenzione la sorte di questi lavoratori come di altri dei Consorzi di Bacino del territorio.
Interessante poi il progetto dell’EDA, l’Ente d’Ambito di Salerno, volto a garantire operatività ai lavoratori e, magari, l’acquisizione di qualifiche ulteriori in attesa di essere definitivamente ricollocati. Infatti L’EDA ha proposto alla Regione Campania un Progetto straordinario, della durata di 1 anno, finalizzato alla realizzazione di una Campagna di sensibilizzazione della popolazione campana in favore della Raccolta Differenziata. Questo permetterebbe l’utilizzo ottimale degli impianti di compostaggio dei rifiuti che si stanno realizzando per il Piano Regionale dei Rifiuti.
Nelle more di una ricollocazione definitiva, quindi, gli ex lavoratori CORISA 2 saranno impiegati dall’EDA in queste attività collegate alla campagna di sensibilizzazione sulla importanza della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani.
Voglio che sia chiaro quindi che nessuno vuole, o ha mai voluto, lasciare soli questi lavoratori e le loro famiglie - conclude Strianese - Siamo tutti al loro fianco in un percorso che non è semplice, ma che stiamo affrontando tutti insieme, in sinergia, attivando la filiera istituzionale fra Regione Campania, EDA Salerno, CORISA 2, Provincia di Salerno, Comuni del territorio e tutte le istituzioni coinvolte. A fine mese faremo un altro incontro per verificare i passi successivi.”
(Maria Rosaria Greco)


Il Presidente della Provincia di Salerno Michele Strianese


Inserito da Golfonetwork lunedì 20 gennaio 2020 alle 18:24 commenti(0) -

Dichiarazioni ANMIC Piano di Zona S4

In riferimento all'articolo pubblicato a mezzo stampa nel mese di dicembre 2019 avente ad oggetto le doglianze rappresentate dalle famiglie dei disabili che frequentano i "Centri sociali polifunzionali" dislocati sul territorio di competenza del Piano Sociale di Zona - Ambito Territoriale S4, sono intervenuti Il Presidente dell'A.N.M.I.C. -  Sig. Mario D'Antuono - ed il Consigliere Comunale di Pontecagnano Faiano - Sig. Raffaele Silvestri.
Le famiglie lamentano la riduzione della "quota" a carico del Piano di Zona  dai preesistenti € 30,00 ad € 24,00 al giorno per ciascun disabile con conseguente attribuzione di una quota pari a € 6,00 a carico di costoro, decisa in sede di Coordinamento del Piano di Zona nel novembre 2019.
La "retta" di € 30,00 consente ai disabili di poter frequentare quotidianamente i suddetti Centri polifunzionali anche nelle ore pomeridiane dando giusta dignità a chi soffre in silenzio.
La predetta riduzione dei livelli di contribuzione da parte del Coordinamento del Piano Sociale di Zona - Ambito Terr.le S4 , oltre a creare disagi al portatore di handicap, privandolo della possibilità di fruire di una pluralità di attività e servizi volti a ridurne i fenomeni di emarginazione ed isolamento, si riflette  anche sulle rispettive famiglie creando disagi e problemi minando i già precari "equilibri" familiari; per non parlare dell'impatto negativo che ha, da un punto di vista finanziario, soprattutto nei riguardi delle famiglie che versano già  in condizioni socio-economiche svantaggiate.
In virtù di quanto sopra, Si invita il Sindaco di Pontecagnano Faiano - dott. G. Lanzara - nella Sua qualità di rappresentante del Comune capofila dei Comuni facenti parte del Piano di Zona - Ambito Terr.le S4, di farsi portavoce nei confronti degli altri Sindaci, affinchè vengano  ripristinati, in sede di Coordinamento del Piano di Zona, i livelli preesistenti di contribuzione ovvero dei preesistenti € 30,00 rispetto agli attuali € 24,00, restituendo, pertanto, la meritata DIGNITA' ai ragazzi disabili e alle loro famiglie che vivono già una situazione di GRAVITA' SOCIALE.
(ANMIC Salerno)


Inserito da Golfonetwork lunedì 20 gennaio 2020 alle 17:13 commenti(0) -

Pallamano Serie B: la Genea Lanzara espugna il campo del Flavioni Civitavecchia

La Genea Lanzara trova il bis col Flavioni Civitavecchia in appena due giorni.  Dopo aver superato la compagine laziale con la formazione Under 19 lo scorso venerdì (30 – 23 lo score finale) i salernitani allenati da Nikola Manojlovic hanno avuto la meglio anche con la formazione Senior (e che di Senior ha davvero poco), stavolta in quel di Civitavecchia, ottenendo i due punti grazie al successo maturato col punteggio finale di 18 – 26.
Come preannunciato alla vigilia, una trasferta ricca di insidie non solo per il viaggio e per la maggior compattezza della squadra ospitante nel proprio 40x20, ma anche e soprattutto per il fatto che la Genea Lanzara è arrivata all’ appuntamento con ben tre gare consecutive nei campionati giovanili sulle gambe e con una rosa alquanto ringiovanita, complici alcune defezioni che non hanno minato, comunque, la quadratura della squadra.
Nelle prime battute di gioco le squadre faticano ad andare a segno, complici alcune realizzazioni sbagliate e qualche errore in fase di impostazione. Con le scorrere dei minuti, però, i ritmi si alzano e, dopo un sostanziale equilibrio protrattosi sino al 3-3, la Genea Lanzara inizia ad ingranare le marce piazzando un break che vale dapprima il 5-9 e poi il 9 -14, parziale sul quale si chiudono i primi trenta minuti di gioco, grazie ad un bel gioco corale che ha visto gli effettivi in campo andare a segno da tutte le posizioni.
Nella ripresa, i salernitani incanalano ancor di più il match in proprio favore, raggiungendo il +9 sul 10-19. Iniziano, così, i cambi sulla panchina guidata da Nikola Manojlovic, che opera diverse sostituzioni dando minutaggio a tutta la rosa a propria disposizione  e facendo riposare tutti gli atleti utilizzati sino a quel momento. Il massimo vantaggio della Genea Lanzara giunge sul 16-26, col Flavioni che concretizza poi le ultime due azioni chiudendo l’ incontro sul 18 – 26. Da segnalare l’ esordio in Serie B di Concilio ed Ilardi.
“Siamo contenti per il risultato – dichiara Domenico Sica, presidente della Genea Lanzara – i ragazzi sono stati bravi a superare un momento di impasse iniziale gestendo poi la gara al meglio. Faccio i complimenti a tutti ed anche al Flavioni di Patrizio Pacifico che ha mostrato evidenti segnali di crescita e che, a mio avviso, soprattutto tra le mura amiche, potrà dare filo da torcere a tutti ”.
Nel prossimo turno di campionato la Genea Lanzara tornerà a giocare tra le mura amiche della Palumbo. Ospite il New Capua nel match in programma Sabato 25 Gennaio alle ore 19. Negli altri match di giornata l’ Atellana ha avuto la meglio sul campo del Valentino Ferrara, mentre Endas Capua e New Capua hanno impattato sul 20-20.
(Genea Lanzara)

SERIE B.   FLAVIONI CIVITAVECCHIA – GENEA LANZARA  18 : 26

GENEA LANZARA: Avallone 2, Biraglia 1, Castaño, Concilio,  Di Giuseppe, Fiorillo 2, Giarletta, Giordano, Ilardi, Lopez, Manojlovic 9, Milano C. 2, Milano A. 2, Navarro 2, Senatore 6. All: Manojlovic



Inserito da Golfonetwork lunedì 20 gennaio 2020 alle 17:12 commenti(0) -

Notizie Flash (19/1/2020)

Calcio- Serie D, girone H: Gelbison-Francavilla 0-0

Calcio- Serie D, girone H: Team Altamura-Agropoli 4-0

Calcio- Serie B: Pescara-Salernitana 1-2

Scafati- Donna scippata in strada.

Atena Lucana- Incidente stradale sulla S.S. 19: scontro fra due auto, leggermente ferite due persone.

San Cipriano Picentino- Rissa tra ragazzini per un pacchetto di sigarette: tredicenne massacrato di botte e ferito alla testa. Sull'episodio indagano i Carabinieri.


Inserito da golfonetwork domenica 19 gennaio 2020 alle 20:24 commenti(0) -

© Riproduzione riservata

Archivio news
Archivio news 2015-2017
Archivio news 2014
Archivio news 2013
Archivio news 2011-2013
Archivio news 2008-2011


© 2020 Golfonetwork
Per non darvi mai meno del massimo.
Chi Siamo Privacy policy Segnala Golfonetwork.it ad un tuo amico/amica